L’Editoriale

CIAO FRANCO BATTIATO e ……. Grazie!!!!

E’ andato via in silenzio come in silenzio ha vissuto gli ultimi anni della sua vita convivendo con la malattia e non condividendo nulla con noi fans; Addio Franco Battiato!! genio in grado di toccare le corde dell’anima con la sua musica senza tempo, suggestioni, frammenti della mia vita che affiorano grazie alle sue melodie. Oggi (dopo Bud Spencer) muore un’altro pezzo della storia della mia vita, sulle sue canzoni ho trascorso la mia adolescenza e la mia giovinezza e tutt’ora non smetto mai di ascoltare la sua musica e interpretare i suoi testi che diventano giorno dopo giorno sempre più apprezzabili.

Grande innovatore della musica leggera italiana, visionario con un’intelligenza fuori dal comune; ricordo che alcuni anni fa in un’intervista televisiva affermò: Dario Fo mi disse: “I tuoi testi non mi piacciono” E io risposi: “E a me che cazzo me ne frega?”: Questo era Franco Battiato. Non scriveva i testi per piacere alla gente ma scriveva i testi per deliziare “un certo tipo di gente” e tra questi ho l’onore di esserci anche io. Ho imparato da lui che non interessa sentirmi intelligente ascoltando dei cretini che parlano… preferisco bensì sentirmi cretino ascoltando una persona eccelsa che parla.

Un poeta istrionico e rivoluzionario, lontano da quel pop e da quei riflettori che ha sempre evitato, a differenza di tanti suoi colleghi che senza l’effetto dei riflettori non sanno stare; per questo motivo la morte di un grande artista come Franco Battiato lascia un vuoto enorme, molto più di un cantante, molto più di un musicista, molto più di un poeta; oggi è un giorno triste per tutta la cultura. Un’altra stella questa notte splenderà nel cielo, le sue canzoni ci hanno accompagnato e ci accompagneranno sempre e la sua musica non passerà mai: Supererà le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce. 

https://t.co/F8YbVL8va4?amp=1

CIAO MAESTRO

 

Share
jtyjtyejtyjty

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*