Ritiro Patente in stato di ebbrezza: la CML ASL

Quando si viene fermati per guida in stato di ebbrezza da alcol e/o stupefacenti, oltre alle sanzioni amministrative e/o penali previste, il Prefetto dispone la revisione dei requisiti psicofisici per la guida.

La revisione della patente di guida, non è una sanzione amministrativa, quale ad esempio, il ritiro, la sospensione o la revoca, ma un provvedimento cautelare disposto per legge.

La revisione “medica”, va effettuata presso la Commissione Medica Locale Patenti competente per territorio di residenza del sanzionato e solitamente operante presso la ASL competente.

Faccio subito un esempio: io sono residente a Tuili (Cagliari), mi trovo in vacanza a Rimini e lì una sera bevo un po’ di più. Vengo fermato per un controllo e viene accertato che il mio tasso alcolico è oltre il limite consentito e di conseguenza la patente mi viene ritirata e contestualmente anche sospesa.

Successivamente la Prefettura di Rimini emana un decreto in cui:

  1. è specificato per quanto tempo la mia patente sarà sospesa
  2. è notificato l’obbligo di sottopormi a revisione presso la CML di Cagliari (competente per territorio in relazione alla mia residenza) entro un determinato periodo di tempo
  3. è indicato quando e dove potrò ritirare la mia patente
  4. a che ora è stata rilevata l’infrazione
  5. chi erano gli Agenti che hanno provveduto all’accertamento dell’infrazione

Prenoto quindi la visita presso la CML, in questo caso di Cagliari, e vengo sottoposto alla revisione.

Al momento della prenotazione dovrò specificare il motivo e mi verrà fornita una lista di analisi da effettuare prima della visita in CML: tutte le analisi sono a pagamento e a totale carico del trasgressore.

Prenderò dunque appuntamento per le analisi presso l’Istituto indicato e comunicherò la data delle analisi alla CML; In base alla data delle analisi mi verrà fissata la data della visita.

Ma cosa è La CML? In cosa consiste la revisione, e con quale procedura viene eseguita? Cosa devo fare per riavere la patente una volta effettuata la revisione e i controlli previsti?

la CML è una commissione medica collegiale istituita per valutare l’idoneità alla guida di particolari tipologie di utenti. Ella ha il compito di accertare la sussistenza dei requisiti psico-fisici per il rilascio, la riclassificazione o la revisione della patente di guida a conducenti:

  1. affetti da specifiche patologie
  2. con disabilità motorie
  3. con malattie visive o uditive
  4. con età superiore a 60 anni (patenti D, D/E) e 65 anni (patenti C, C/E)
  5. oggetto di revisione disposte dall’Autorità

E’ composta da tre medici membri, di cui uno Presidente.

PROCEDURA DI REVISIONE E CONTROLLO PER VIOLAZIONE DELL’Art. 186 del C. d. S.

La guida sotto l’influenza di alcol (art.186 Codice della Strada) prevede

  • una sanzione amministrativa
  • la sottrazione di 10 punti dalla patente (20 punti nel caso di neopatentati)
  • la sospensione della patente, in relazione al tasso alcolemico riscontrato

Inoltre

  • costituisce un reato penale a seconda del tasso alcolemico riscontrato
  • comporta la revisione dei requisiti psico-fisici di idoneità alla guida da parte della CML di competenza

La CML quindi, tra i vari compiti, ha anche quello di assicurare che l’individuo fermato alla guida in stato di ebbrezza da alcool, non solo abbia tutti i requisiti psicofisici di idoneità alla guida richiesti, ma che sia anche in grado di dissociare l’uso dell’alcol dalla guida. In pratica, che non sia dedito all’abuso di alcol e che, quando alla guida, sia sobrio e conscio degli eventuali pericoli che comporta guidare anche rispettando il limite di 0,5.

A tale scopo la CML non si limita alla sola revisione disposta dal Prefetto, ma predispone dei controlli successivi nel tempo, ai quali è obbligatorio sottoporsi. In altre parole, la procedura obbligatoria non si esaurisce ottemperando alla sola visita di revisione; quindi deve verificare e certificare che lo stato di ebbrezza da alcol che ha determinato l’infrazione sia del tutto occasionale e che, di conseguenza, il soggetto esaminato offra tutte le garanzie di poter continuare a guidare in condizioni di sicurezza.

Per arrivare a queste conclusioni la CML

  • verifica i requisiti visivi e uditivi
  • accerta l’assenza di malattie invalidanti
  • analizza i dati delle analisi inviati direttamente dall’Istituto di Tossicologia Forense
  • predispone dei controlli nel tempo, e differenti a seconda del tipo di patente posseduta dall’esaminato e dal tasso alcolico rilevato
  • sottopone il soggetto all’esame dell’alcologo, che consiste in un esame-intervista che mira a classificare la predisposizione all’abuso di alcol. Al temine della visita, se l’alcologo lo riterrà opportuno, il soggetto verrà inviato al NOA per una più accurata valutazione, al termine della quale sarà data o negata l’idoneità alla guida

Dalla combinazione del tipo di patente posseduta e dal tasso alcolemico, la CML dispone il numero di controlli che il soggetto dovrà subire prima di riottenere la patente che possedeva con scadenza naturale e rinnovabile normalmente in sede monocratica (cioè da un unico medico autorizzato). Per farla breve, chi guida mezzi con trasporto di persone avrà dei controlli più frequenti e scrupolosi rispetto a chi ha una patente per uso privato.

alcoolCOSA FARE PER RIAVERE LA PATENTE

Al termine della visita collegiale e in base a tutti gli accertamenti richiesti, così come specificato per i vari casi nelle relative tabelle esposte, la CML si pronuncia sull’idoneità alla guida.

Se tutto è a posto la CML giudica il conducente idoneo alla guida specificando anche la durata dell’idoneità, che è diversa da quella naturale, legata all’età del conducente. Occorre ricordare che la durata tornerà ad essere quella normale di legge solo quando lo stabilirà la CML, alla fine del percorso di accertamento medico previsto.

A questo punto il conducente può rientrare in possesso della patente e tornare a guidare normalmente? Assolutamente NO!

E questo per due motivi

  1. la patente è ancora sospesa
  2. il periodo di idoneità stabilito dalla CML da riportare sulla patente è variato rispetto a quello normale legato all’età del conducente

Analizziamo meglio: La CML esprime un parere di idoneità ma non ha la facoltà di ridare la patente, l’unica Autorità che può rendere la patente è quella che l’ha sospesa, ovvero il Prefetto che ha emesso il provvedimento.

Quindi, rimettersi alla guida del veicolo avvalendosi del certificato di idoneità rilasciato dalla CML, significa guidare con patente sospesa e, nel caso in cui venga sottoposto a un controllo a qualsiasi titolo effettuato, la patente verrà revocata. Per ottenere una nuova patente si dovrà nuovamente sostenere sia l’esame di teoria che l’esame pratico di guida.

Questo comportamento purtroppo è molto frequente.

Facciamo un po’ di chiarezza: Normalmente tutti noi siamo abituati al fatto che la visita medica di idoneità alla guida coincida con il rinnovo della patente, e quindi ci dia la possibilità di condurre il nostro veicolo, abbiamo guidato tutti con il certificato di rinnovo rilasciato dall’ufficiale medico nell’attesa della nuova patente.

Nel caso invece di infrazione all’Art. 186 del codice della Strada, l’idoneità alla guida è stata data dalla CML su una patente sospesa, con provvedimento del Prefetto del territorio dove è stata commessa l’infrazione: Dal momento dell’accertamento la patente è quindi a disposizione del Prefetto.

Questi infligge un periodo di sospensione, le relative ammende e provvedimenti in relazione alla gravità del fatto ma NON entra nel penale che resta di competenza del giudice, e mi ordina di sottopormi a revisione dei requisiti psico-fisici di idoneità alla guida presso la CML.

Emette dunque due provvedimenti distinti e separati

  • un provvedimento di sospensione della patente
  • un provvedimento di revisione dei requisiti psicofisici necessari per la guida

Se l’esaminato risponde ai requisiti di idoneità alla guida potrà riavere la sua patente, ma SOLO allo scadere del termine di sospensione.

Finito il periodo di sospensione si può rientrare in possesso della patente, quindi ci si presenta all’Autorità dove giace la patente, si mostra il certificato della CML e si ritorna in possesso della patente.

Tuttavia non basta riavere in mano la patente per poter guidare.

La CML è responsabile di fronte alla società e alla legge di dichiarare che la condotta alla guida non è in alcun modo influenzata dal rapporto con l’alcol.

Ecco perché prima di dare una scadenza di legge, o naturale, la CML stabilisce un periodo di idoneità inferiore e solo dopo il risultato della serie di controlli che abbiamo analizzato, a seconda della patente posseduta e della gravità di quanto è stato commesso.

La nuova durata di idoneità alla guida stabilito dalla CML va riportata sulla patente, una volta che se ne rientra in possesso.

Occorre quindi fare un duplicato della patente che è stata riconsegnata, in quanto sulla patente appena ritirata non compare la nuova data di scadenza stabilita dalla CML.

In pratica la patente va aggiornata con la nuova scadenza recandosi alla Motorizzazione competente per territorio, o rivolgendosi a un’Agenzia accreditata. Infatti se guidiamo usando quella consegnata dal Prefetto (che ricordiamo non essere aggiornata) ad un controllo per un qualsiasi motivo, questa verrà revocata e si dovranno di nuovo sostenere gli esami teorici e pratici, e tutto quello che abbiamo fatto con la revisione NON SERVE A NULLA.

 

Share
jtyjtyejtyjty

8 Comments on Ritiro Patente in stato di ebbrezza: la CML ASL

  1. Salve sono Mariano Mura di Cagliari io volevo sapere cosa devo fare mi scade la patente il 29 di questo mese per mottivi di lavoro non posso andare a Cagliari mi trovo a Varese dove ho dato nuovamente l’esame di teoria è guida perché ero 3 anni che non rinnovavo la patente un incidente successo 17 anni fa in stato di ebrezza è da allora non cometo più infrazioni non bevo un goccio di alcol da ben 8 anni la commissione medica di cagliari dove porto le analisi del sangue ogni 2 anni riscontra dei valori non validi con una accurata analisi sono venuto a sapere che una piccola cistina nel fegato crea quel problema ora chiedo alla CML come mi devo comportare per riavere la patente senza dover continuare questa burocrazia grazie.

    • Ciao Mariano.
      Purtroppo, essendo residente a Cagliari puoi rivolgerti alla CML della assl di cagliari per essere sottoposto ad accertamento medico legale. Ovviamente, oltre alle analisi fatte dovresti presentare anche una consulenza da un epatologo che giustifichi lo sfalsamento dei valori a causa della cisti al fegato.

  2. Buongiorno,
    Io devo fare l’ennesima revisione per la patente che mi è stata ritirata. Ho sempre mandato la mail all indirizzo comm.medica.locale@asl8cagliari.it ma questa volta mi dà l’indirizzo inesistente e ovviamente nessuno risponde ai recapiti telefonici. È cambiato qualcosa?

  3. Buongiorno,
    La motorizzazione civile mi ha mandato alla commissione per verificare se posseggo ancora i requisiti per la guida, (revisione) ho fatto la visita presso la commissione , ma questa verificato che non ci sono alcuni impedimenti e non ci sono patologie, ma per ripicca non mi hanno rilasciato il certificato e mi hanno detto di ripresentarmi ad ottobre, allo stato attuale non ci sono patologie di alcun genere ho chiesto il verbale della commissione ma non risulta nessun verbale sembra tutto sospeso fino ad ottobre e legale quello che stanno facendo, non pronunciarsi e non rilasciarmi il certificato malgrado sia stato sottoposto a visita se non ho un verbale e nulla di nulla in mano come faccio a fare ricorso, possono sospendere la mia richiesta senza nessuna motivazione. Grazie.

    • Ciao Antonio,
      purtroppo in assenza di verbale non puoi impugnare alcun atto. La pratica risulta sospesa in attesa di acquisire nuove informazioni che – a loro parere – devono essere prodotte nel tempo.
      Non si può fare nulla anche se concordo con te sul fatto che sarebbe stato opportuno redigere un verbale specificando il provvedimento (anche se non sono obbligati a farlo!!)

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*